La tecnica chirurgica della falloplastica con tecnica MIVAP

Tecnicamente la MIVAP in falloplastica consiste in un’incisione orizzontale decisamente ridotta (1-1,5cm) alla radice del pene, tramite la quale vengono fatti passare un’ottica in altissima definizione e sottili strumenti per la dissezione, la sutura e la coagulazione.

MIVAP falloplasticaMediante questi strumenti vengono sezionati i legamenti superficiali (legamento fundiforme) e il legamento sospensore del pene. La sezione di quest’ultimo permette alla parte interna del pene di fuoriuscire all’esterno, di una lunghezza proporzionale all’ampiezza e profondità del legamento sospensore stesso.

Successivamente viene effettuata un’apposita sutura introflettente periostio-fasciale, che serve a colmare lo spazio venutosi a creare dalla dissezione del legamento, e impedendo così la retrazione cicatriziale post-operatoria (evento molto frequente in passato, e che vanificava in pochi mesi i risultati raggiunti).

I tessuti fasciali che vengono interposti nello spazio formatosi dopo la sezione del legamento sospensore nel giro di qualche settimana cicatrizzano spontaneamente, e diventano un tessuto fibroso. Ma anche il legamento originario è costituito da tessuto fibroso, quindi a processo ultimato viene a formarsi di fatto un nuovo legamento, con il pene però spostato in avanti.

Questo rende il pene molto più stabile, esattamente come prima dell’intervento.

Non si verificherà quindi “sbandieramento laterale” del pene, e l’angolo peno-pubico in fase di erezione sarà solo modicamente più ampio (10 gradi circa), dovuto al maggior “peso” del pene, più lungo e più largo.

Di fatto, si farà fatica ad accorgersene.

E non avrà quindi mai un angolo orizzontale con l’addome, né tantomeno andrà verso il basso (come invece succede quando l’intervento viene eseguito con la sola sezione del legamento)

In definitiva la tecnica chirurgica è molto simile a quella utilizzata con successo da svariati anni per la falloplastica laser di allungamento presso i nostri centri, ma con il vantaggio di utilizzare un accesso e una strumentazione mininvasiva.

Questo si traduce in una cicatrice praticamente invisibile, tempi di recupero più brevi e effetti collaterali o complicanze nettamente ridotte.

La stessa incisione può essere poi utilizzata per la tecnica dell’ingrossamento del pene con il proprio grasso purificato (Lipopenoscultura), oppure mediante acido ialuronico (Penisfiller).

Occorre infine una preparazione chirurgica specifica per utilizzare questa sofisticata strumentazione. Il Prof. Alessandro Littara vanta un’esperienza più che ventennale di questo tipo di chirurgia (ha effettuato ben oltre 5000 interventi di falloplastica), ed è il primo al mondo a proporre questa innovativa tecnica chirurgica mininvasiva, che ha deciso di chiamare MIVAP (Minimally Invasive Video Assisted Penoplasty)

Scegli lo studio

Chi è il professor

Alessandro Littara

Chirurgo andrologo luminare in chirurgia plastico-estetica genitale maschile.

Oltre 20 anni di esperienza

Più di 5000 casi

Docente Master Internazionale di Falloplastica

Copia il codice ruWFZZ8

Cliccando su "Invia" accetterai la Privacy Policy.


Blumar Medica
viale Vittorio Veneto, 14
20124 Milano

Clinica MySelf
via Isonzo, 32 00198 Roma

Madra - Diagnostics & Surgery
piazza della Stazione, 2
50123 Firenze

COME PRENOTARE UNA VISITA

È possibile richiedere una visita nella struttura preferita, chiamando direttamente la segreteria organizzativa. È anche possibile effettuare visita e intervento nella stessa giornata, minimizzando così gli spostamenti. Per fare questo basterà specificarlo alla segretaria o indicarlo in fase di compilazione del modulo contatti.

Per ulteriori informazioni, per prenotare una visita o per fissare la data di un intervento contattare la tutor Alessandra telefonando o inviando un Whatsapp o SMS al numero 351 685 6141, oppure scrivendole una mail a segreterialittara@gmail.com.

disclaimer: le informazioni fornite da questo sito intendono supportare, e non sostituire, la relazione tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento.